Roblox, l’incredibile novità la porta Ikea: soldi reali per un lavoro “virtuale”

Cerchi lavoro? Grazie all’incredibile novità proposta da Ikea su Roblox potresti riuscire a guadagnare in questo modo.

Il mondo del lavoro è in continua evoluzione e con le frontiere della tecnologia sempre più espanse, ci sono ormai da diverso tempo sempre più opportunità innovative, diverse dalle “classiche” mansioni che conosciamo e che siamo abituati a svolgere nella nostra vita.

lavoro ikea roblox
Ikea apre le candidature per un lavoro su Roblox (credits: screenshot ikea.com) – nuovocellulare.it

Mentre la tecnologia avanza e migliorare le vite di tutte, c’è anche tutto l’universo parallelo del web a essere sempre più “vivo” e frequentato; proprio per questo, l’azienda multinazionale svedese Ikea ha ora lanciato un’iniziativa veramente pionieristica, che potrebbe far felici tantissime persone.

Stai cercando lavoro e hai voglia di guadagnare svolgendo un’attività online? Grazie a Roblox, a quanto pare Ikea potrebbe realizzare il tuo desiderio: aperte le candidature per svolgere questa particolare mansione all’interno dell’universo virtuale.

Ikea offre lavoro su Roblox: la mansione che non ti aspetti fa guadagnare

Ikea lancia un’iniziativa pionieristica che potrebbe dare una svolta assoluta al mondo del lavoro. A quanto pare, infatti, la nota multinazionale del settore dell’arredamento ha annunciato l’inizio della selezione di 10 giocatori di Roblox che, qualora scelti, andranno a lavorare all’interno del negozio virtuale di Ikea. Ottenuto il lavoro nello store dell’universo virtuale, normalmente retribuito, i giocatori dovranno operare in varie sezioni del negozio (nell’area showroom dove si trovano i mobili e anche in quella Bistro) assistendo i clienti nella scelta dei mobili e anche nel servire loro le famose polpette Ikea.

lavoro ikea su roblox
I giocatori possono diventare addetti alla vendita nello store Roblox! (credits: screenshot ikea.com) – nuovocellulare.it

Un lavoro decisamente insolito, ma che potrebbe incuriosire molti, specialmente vista la paga. I dipendenti “virtuali” verranno infatti retribuiti con 14,80 euro l’ora, una paga in linea con il London Living Wage e superiore al salario minimo nazionale nel Regno Unito. Ottenere il lavoro, però, non è facile: bisogna essere maggiorenni e residenti nel Regno Unito, oltre a compilare un questionario relativo a esperienze lavorative passate, competenze e sulle aspettative in merito a questo lavoro “in pixel”.

L’iniziativa non manca di essere accompagnata da dubbi e domande, ma potrebbe dar via a una serie di nuove posizioni online offrendo così nuove prospettive lavorative per i cittadini. Vista l’alta disoccupazione e la crisi che in tanti stanno affrontando, non sarebbe poi così male aumentare le proprie scelte e le proprie possibilità (mantenendo diritti e doveri, s’intende) nel mondo lavorativo.

Impostazioni privacy