Stanno tornando le piramidi: dopo i faraoni, è questa la nuova frontiera del lusso

Non c’è limite al lusso e ora anche la tecnologia più avanzata si mette al servizio dei miliardari. Altro che IPhone, arrivano le piramidi.

La tecnologia più avanzata si mette al servizio del lusso. Ti senti chic perché hai un IPhone? ormai sei superato: il vero lusso oggi sono le piramidi che stanno tornando. Ma per entrarci dovrai spendere davvero molti molti soldi.

tornano le piramidi per i ricchi
La nuova frontiera del lusso sono le piramidi/Nuovocellulare.it

Al lusso non c’è limite e ora tornano persino le piramidi per accontentare i multi milionari o, addirittura, miliardari. La tecnologia si mette al servizio del lusso senza frontiere per regalare un’esperienza assolutamente unica e indimenticabile. Esperienza non certo alla portata di tutti ma del resto le piramidi erano “roba” da faraoni e non certo a uso e consumo della gente comune.

In un’epoca caratterizzata da inflazione e carovita dove molti faticano ad arrivare al fine mese, c’è chi, al contrario, può permettersi di “volare” sull’acqua a bordo di una piramide. La piramide ha anche un nome: si chiama Tetra ed stata progettata dal designer londinese Jonathan Schwinge.

Puoi volare sull’acqua a bordo di una piramide

La nuova frontiera del lusso non ha niente a che vedere con rolex, IPhone o borse di Gucci: se vuoi andare oltre ogni frontiera e vivere un’esperienza da sogno, oggi nasce Tetra, una piramide davvero esclusiva. Vediamo di cosa si tratta.

yacht a forma di piramide
Nasce un superyacht a forma di piramide/Nuovocellulare.it

Tetra per il momento è solo un “concetto”, un progetto del designer Jonathan Schwinge ma presto potrebbe diventare realtà. Si tratta di uno yatch con un design tale da consentire all’imbarcazione di restare sopra l’acqua sfidando la gravità. Per questo è già stata soprannominata “Piramide volante”.

Tetra – nell’idea di chi l’ha progettata – sarà dotata di più scafi attaccati al corpo con palette sagomate chiamate foil che aiuteranno l’imbarcazione a sollevarsi dall’acqua. Una volta decollato ad alta velocità, una lamina a forma di siluro si estenderà dallo scafo che aiuterà a sollevare lo yacht dall’acqua.

Stando alle previsioni, il superyacht avrà una velocità di 17,2 miglia orarie durante il decollo e sarà in grado di navigare sopra l’acqua a una velocità impressionante fino a 43,7 miglia orarie. Secondo i progettisti, un Inoltre vanterà una leggera fibra di carbonio e un robusto acciaio inossidabile sistema di pilota automatico “fly-by-light” sarà preso in prestito dall’industria aeronautica e sarà installato nel superyacht.

Una volta attraccato, il superyacht sarà in grado di dispiegare tre lati di questo corpo per diventare quello che il designer chiama un “ponte sole”, un’area lounge all’aperto con servizi per la ristorazione e vie di accesso all’acqua di mare. Si tratterà, insomma, di un’imbarcazione davvero esclusiva dove godersi il mare, prendere il sole e sorseggiare un cocktail con gli amici. Unica pecca: al suo interno potrà ospitare appena 10 persone. Naturalmente 10 persone con un conto in banca molto ma molto ricco.

Impostazioni privacy