Cellulare, la notte non fare questo errore: metti a rischio la tua salute

Non valutiamo i rischi della tecnologia, eppure può arrecarci e ci sta arrecando diversi danni alla salute: cosa non fare durante la notte.

Gli smartphone sono diventati lo strumento elettronico più utilizzato in assoluto durante il nostro quotidiano. Li utilizziamo praticamente per tutto: dai pagamenti, al lavoro, all’organizzazione delle varie attività della giornata, a cui poi si aggiungono i social network, le email e tante altre tipologie di contatto. Oltre a tutto questo, lo smartphone è ormai anche una macchina fotografica e un Ipod per ascoltare musica.

Il cellulare durante il sonno deve stare lontano: le evidenze degli studi
Telefono vicino durante il sonno, i rischi (Nuovocellulare.it)

Tra le cattive pratiche dell’eccessivo utilizzo dello smartphone due sono protagoniste fondamentali: una riguarda l’utilizzo dello smartphone prima di andare a dormire con un’esposizione prolungata, e il vizio di dormire con al fianco il telefono acceso. Sono tanti i rischi da valutare che purtroppo non vengono presi in considerazione ma medici e tecnici ci mettono in guardia sempre più frequentemente: queste azioni ripetute ogni notte potrebbero essere deleterie per la nostra salute.

In primis l’uso prolungato dello smartphone prima di dormire comporta l’esposizione alle luci blu che disturbano il sonno e la capacità di rilassare il corpo, in secondo luogo tenere il telefono vicino per tutta la notte espone il nostro corpo a tanti e diversi rischi.

I danni del cellulare durante la notte: ecco come evitarli e preservare la propria salute

Prima di tutto le notifiche che arrivano, anche se silenziose o con vibrazione, inconsciamente interrompono e disturbano il sonno, così come lo schermo che si illumina. A tutto ciò si aggiunge il fatto che i cellulari emettono radiazioni a radiofrequenza che possono essere assorbite dai tessuti del corpo.

Cellulare e problemi del sonno: evita ciò mentre dormi
Persona che soffre d’insonnia (Nuovocellulare.it)

Sicuramente i dispositivi di oggi non sono quelli di tanto tempo fa: difficile pensare che possano provocare gravi danni, anche perché non ci sono prove conclusive che l’esposizione a lungo termine ai CEM dei cellulari causi danni significativi, comunque alcuni studi suggeriscono che potrebbe esserci un rischio potenziale, e considerando anche la quantità di radiazioni che già riceviamo durante tutto il giorno, bisognerebbe evitare almeno durante la notte questa continua ed eccessiva esposizione.

Per dormire meglio bisognerebbe quindi innanzitutto lasciare il telefono in modalità aereo, per poi riattivarlo la mattina, e poi evitare di tenere lo smartphone troppo vicino, appoggiandolo su una superficie lontana da noi, che può essere una sedia, un comodino non troppo attaccato al letto, oppure ancora il comò della camera. La comodità di avere il telefono sempre attaccato al corpo anche durante il sonno potrebbe diventare un serio problema di salute, meglio prevenire.

Impostazioni privacy