È la fine di un pezzo di internet: addio ad uno dei programmi di messaggistica che ha fatto la storia

Si conclude la storia di uno dei pezzi più importanti di internet: addio a uno dei programmi di messaggistica più famosi di sempre.

A oggi le applicazioni di messaggistica istantanea fanno parte della nostra vita quotidiana. Basti pensare che WhatsApp, è utilizzata da oltre tre miliardi di utenti. Come se non bastasse però esistono diverse applicazioni in grado di competere con il colosso di Meta. Tra queste è impossibile non ricordare Signal e Telegram, che da anni cercano di insidiare il primato del colosso delle comunicazioni. Eppure qualche anno fa la situazione era ben differente.

Addio programma messaggistica fine pezzo di internet fatto storia
Arriva l’addio al programma di messaggistica istantanea Nuovocellulare.it

Pensare a programmi di messaggistica era quasi un’utopia. Milioni di italiani, infatti, si tenevano in contatto attraverso costosi SMS o MMS. Uno dei primi programmi in tal senso era sicuramente ICQ che però adesso è pronto a smettere ufficialmente di funzionare. Dopo 28 anni di onorato servizio, il programma sembra proprio che verrà interrotto il prossimo 26 giugno. La notizia ha lasciato tutti a bocca aperta, con l’icona di ICQ che è senza ombra di dubbio una delle più iconiche di sempre.

Addio a uno dei programmi di messaggistica più famosi di sempre: ICQ sospende il servizio

La storia di ICQ, una delle prime piattaforme di messaggistica istantanea, è un viaggio attraverso l’evoluzione della comunicazione online. Nato nel lontano 1996, ICQ ha rivoluzionato il modo in cui le persone si connettono e comunicano attraverso la rete. Tuttavia nonostante il suo successo iniziale, ICQ ha subito un declino nel corso degli anni, fino alla sua chiusura definitiva. Questo era noto per la sua semplicità d’uso e le sue caratteristiche innovative.

ICQ interrompe il servizio
Gli utenti dovranno dire addio a ICQ – Nuovocellulare.it

Gli utenti potevano registrarsi e ottenere un numero identificativo unico, chiamato UIN, che li distinguerebbe dagli altri. Le funzionalità come la ricerca degli utenti tramite UIN o nickname, la visualizzazione in tempo reale dei messaggi durante la scrittura e le chat di gruppo hanno reso ICQ estremamente popolare. Nonostante il successo iniziale, ICQ ha visto una graduale perdita di utenti nel corso degli anni, a causa dell’emergere di nuove piattaforme concorrenti come Skype e i social network.

Nel 2010 AOL ha venduto ICQ alla società russa Mail.Ru, che ha tentato di rilanciare la piattaforma con una nuova versione chiamata ICQ New nel 2020. Nonostante i numerosi sforzi, però, ICQ ha continuato a perdere utenti. Nel 2024 VK, una società russa proprietaria di ICQ, ha annunciato la chiusura della piattaforma. Gli utenti sono stati invitati a utilizzare VK Messenger e VK WorkSpace, i servizi di messaggistica offerti da VK. La decisione di chiudere ICQ è stata probabilmente influenzata dalla sua crescente irrilevanza e dal calo di utenti.

Nonostante la sua fine, ICQ lascia un’eredità duratura nel mondo della messaggistica istantanea. Il suo nome rimarrà associato ai primi giorni di Internet e alla nascita della comunicazione online. La sua chiusura segna quindi la fine di un’era e l’inizio di nuove sfide e opportunità nel mondo della tecnologia e della comunicazione digitale.

Impostazioni privacy