Fusione Ste: cosa devono sapere urgentemente i clienti

Dopo tanti rumors arriva la conferma: Fastweb acquisisce Vodafone Italia al 100% e così i clienti si chiedono cosa succederà ai contratti.

L’affare Fastweb-Vodafone ha un valore ci circa 8 miliardi di euro, ed è una fusione societaria molto importante. L’acquisizione ha gettato nuove preoccupazioni per i clienti Vodafone, che non sanno quale sarà il destino dei loro contratti. Il timore maggiore riguarda i piani tariffari, non è ancora stato chiarito se i clienti potranno mantenere le offerte preesistenti o se andranno in contro a cambiamenti. vodafone fastweb cosa succede ai clientiCosa accade ai clienti Vodafone dopo l’acquisizione di Fastweb (nuovocellulare.it)

L’acquisizione di Vodafone al 100% da parte di Swisscom, il gruppo che controlla Fastweb, è una transazione molto importante e dunque non si concluderà in tempi brevissimi. Si stima che il primo step verrà concretizzato entro la prima parte dell’anno prossimo e sembra che il marchio Vodafone non sparirà immediatamente, ma sarà utilizzato da Swisscom fino al 2030.

Clienti Vodafone, attenzione: c’è “aria di truffa”

C’è molta preoccupazione circa la “sorte” dei clienti Vodafone, ma paradossalmente questa acquisizione potrebbe portare a offerte molto più convenienti. I nuovi proprietari potrebbero infatti voler trattenere i clienti con piani generosi. A ogni modo, i clienti Vodafone devono sapere cosa sta succedendo per poter far valere i loro diritti. Innanzitutto, cerchiamo di sfatare il timore di aumenti consistenti e improvvisi.

cosa accade ai clienti vodafone
Il piano tariffario può essere aumentato senza preavviso? (nuovocellulare.it)

Se Fastweb decidesse di modificare le condizioni contrattuali, dovrebbe mandare un avviso ai clienti, che avranno 30 giorni di tempo per recedere dal contratto senza penali o costi per la cessazione del servizio, come previsto dalla Legge.

Niente paura se si dovesse aderire al nuovo contratto per errore o se si dovesse trovare un’offerta ancora più vantaggiosa: si hanno 14 giorni di tempo per recedere, come previsto dalla Legge. Inoltre, per qualsiasi problema o contestazione di bollette, si può sempre aprire un reclamo, e se non si trova una soluzione c’è la possibilità di ricorrere alla conciliazione.

I clienti Vodafone, dunque, hanno tutto il tempo e tutti i mezzi per decidere nei prossimi mesi e anni se rimanere clienti oppure no. Il pericolo, semmai, è quello delle telefonate-truffa, che dopo la notizia dell’acquisizione sono aumentate considerevolmente.

I criminali giocano proprio sui timori dei clienti Vodafone e propongono contratti, spesso fasulli o comunque non convenienti. I clienti Vodafone devono stare molto attenti in questo periodo, e valutare attentamente le proposte che dovessero arrivare da altri operatori, o meglio, verificare che queste proposte provengano da aziende vere, e anche vagliare la convenienza delle proposte.

Impostazioni privacy