Motorola Moto G8 annunciata con telecamera AI close-up


Dopo aver rilasciato il Motorola Moto G8 Plus, G8 Play e G8 Power, Lenovo sta finalmente rilasciando il G8. Rispetto all'anno scorso, ci sono alcune strane differenze da segnalare.

In realtà, si può dire dalla nostra introduzione che Lenovo è specializzata nella Moto G Series. Una cosa che va avanti da molto tempo, ma con l'uscita del G8 è sempre più evidente. I precedenti modelli G hanno fatto un po' di tutto e quindi adatti alla maggior parte delle persone, gli attuali modelli G sono specializzati in una cosa. Questo Moto G8 è specializzato nella fotografia macro.

Motorola Moto G8
Sul retro della Motorola Moto G8 ci sono tre diverse telecamere. Sembrano quattro, ma questo perché l'autofocus laser è camuffato in modo tale da sembrare una macchina fotografica. La fotocamera principale ha una risoluzione massima di 16 megapixel con un obiettivo luminoso f/1,7. Inoltre, c'è un obiettivo ultragrandangolare da 8 megapixel con un angolo di campo di 118° e una fotocamera macro da 2 megapixel con la quale è possibile scattare foto molto ravvicinate fino a 5 volte. Con una distanza minima di messa a fuoco di 2 cm, si catturano qui dettagli che sarebbero andati persi all'occhio umano. Questa fotocamera Macro Vision è il principale punto di vendita della Moto G8. La domanda è se questo è sufficiente, ricordate anche la Motorola One Macro ha una tale fotocamera macro.

Specifiche Moto G8
Guardando tutte le altre specifiche si può vedere che questo è un telefono di fascia media, e uno nella parte inferiore del segmento di fascia media. Uno schermo Max Vision da 6,4 pollici è fantastico da avere, ma la risoluzione HD+ è inferiore a quella del suo predecessore. Il processore è un processore familiare; lo Snapdragon 665 con 4 GB lo troviamo anche nel Moto G Stylus e G8 Power. La batteria 4000 mAh è un grande miglioramento rispetto ai 3000 nella Moto G7. Se è sufficiente dovrebbe essere chiaro quando è nei negozi. Quando questo accadrà è sconosciuto.


Dispositivi elencati


Parlate di questo articolo